Esplora contenuti correlati

 

ODONTOIATRI

CAMPAGNA CONTRO L'ABUSIVISMO ODONTOIATRICO

 
ODONTOIATRI
 

 

Scopri se il tuo è un vero Odontoiatra

 

 

 

Facciamo chiarezza

Spesso le persone tendono a confondere i due ruoli professionali dell’odontoiatra e dell’odontotecnico.

Chi è l’odontoiatra
 
L’odontoiatra è un medico laureato e all’interno di uno studio professionale è una delle figure autorizzata a “mettere le mani in bocca al paziente”.

 
Cosa fa l’odontoiatra
 
L’odontoiatra si occupa della prevenzione, della diagnosi e della cura di patologie del cavo orale e quindi di tutte le malattie che colpiscono i denti, i tessuti a sostegno del dente, le ossa mascellari, le mucose orali, i tessuti neuro muscolari e le ghiandole salivari.

 
Come si diventa odontoiatra 
 
Come dicevamo per diventare odontoiatra è innanzi tutto necessario iscriversi al Corso di Laurea in Odontoiatria e Protesi Dentaria e conseguire il titolo di dottore in odontoiatria. Inoltre l’esercizio della professione dell’odontoiatra è sottoposto all’iscrizione all’albo degli odontoiatri, possibile solo dopo aver superato l’esame di abilitazione.

 
Chi è l’odontotecnico
 
L’odontotecnico è colui che costruisce ogni tipo di protesi dentaria, come corone, ponti fissi in ceramica, protesi amovibili parziali o totali, in base alle specifiche fornite dall’odontoiatra.

 
Come si diventa odontotecnico 
 
Per diventare odontotecnico e lavorare come dipendente o libero professionista, dopo le scuole medie bisogna diplomarsi.  Per diplomarsi è necessario frequentare specifici corsi della durata di tre anni più due.

 
Chi e’ il falso dentista?
 
Il dentista abusivo è una persona che pratica la professione dell’odontoiatra pur non avendo i requisiti e i titoli di studio per farlo. Nella maggior parte dei casi si tratta di odontotecnici, non laureati e quindi non abilitati a esercitare la professione, che aprono studi dentistici grazie alla complicità di prestanomi. Anche se la radice dei termini odontotecnico e odontoiatra può trarre in inganno, in realtà queste due figure professionali sono estremamente diverse tra di loro per compiti, competenze e percorsi formativi.

 
Come riconoscere un dentista abusivo
 
  Dopo aver scelto un dentista, per essere tranquilli e verificare la regolarità della sua professione è necessario accertarsi che sia iscritto all’albo degli Odontoiatri facendo una ricerca nell’albo dentisti italiani: un elenco che indica i riferimenti di ogni professionista abilitato

 
La procedura è molto semplice: inserisci il cognome e nome del dentista sul sito della Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici e degli Odontoiatri.

Fino ad oggi, l’abusivo esercizio della professione era un reato sanzionato con pene assolutamente inadeguate rispetto alla gravità ed alla rilevanza degli interessi pregiudicati.

Con la L. 11 gennaio 2018 n. 3, in vigore dal 15 febbraio 2018, viene finalmente previsto un adeguato sistema sanzionatorio quale strumento repressivo e preventivo di tale fenomeno: la reclusione da sei mesi a tre anni, la multa da € 10.000 a € 50.000, la pubblicazione della sentenza di condanna, la confisca obbligatoria dei beni utilizzati per commettere il reato e l’interdizione da uno a tre anni dall’esercizio della professione. Ancora più pesante la sanzione per il professionista che “ha determinato” altri a commettere il reato ovvero “diretto” l’attività dei correi nel reato: la reclusione da uno a cinque anni e la multa da € 15.000 a € 75.000.

 
È molto importante non disperdere il patrimonio della legalità nell’ambito del quale operano la prevalenza dei sanitari che svolgono con serietà ed onestà la propria professione e che, purtroppo, viene irrimediabilmente compromesso da falsi medici e falsi odontoiatri.

A tale proposito, l’OMCeO di Biella ha predisposto un canale per segnalare, con la garanzia dell’anonimato, soggetti non legittimati all’esercizio della professione sanitaria e/o professionisti che concorrono nel reato ex art. 348 c.p. .