News


FNOMCEO IL VACCINO CI SALVA LA VITA

Gli Ordini dei medici scendono in prima linea con una campagna di sensibilizzare alla vaccinazione anti-Covid. “Il vaccino ci salva la vita. Vacciniamoci contro il Covid 19”. È questo il messaggio lanciato dalla nuova campagna, ideata dalla Federazione nazionale degli Ordini dei medici (Fnomceo) per promuovere la vaccinazione contro il Covid19. La campagna, che ha ricevuto il patrocinio del ministero della Salute, sarà diffusa attraverso i canali social, con immagini e brevi video, ed entrerà nelle città aderenti con l’affissione di grandi manifesti murari.

La campagna è stata presentata giovedì 30 settembre a Roma, nella sede del Consiglio nazionale dell’Ordine dei Giornalisti, alla presenza del presidente della Fnomceo, Filippo Anelli, e del presidente nazionale della categoria dei giornalisti, Carlo Verna. Una scelta della location che ha voluto sottolineare l’importanza di un’azione comune e sinergica nell’informazione sulla salute. A partecipare, inoltre, Sergio Iavicoli, direttore della comunicazione e rapporti internazionali del ministero della Salute. 

Le immagini fotografiche color seppia che campeggiano sui poster della campagna di comunicazione evocano malattie ed epidemie del passato, come il vaiolo, che ha mietuto 300 milioni di vittime solo nel XX Secolo. Malattie sconfitte o addirittura eradicate proprio grazie alla diffusione delle pratiche vaccinali. 

“Con la campagna abbiamo voluto rammentare l’esempio della difterite e delle terribili epidemie da vaiolo, per ricordare a tutti come la vaccinazione sia una conquista della scienza al servizio dell’umanità e abbia permesso di porre fine a malattie mortali o invalidanti”, ha commentato Filippo Anelli“Come è accaduto in passato – ha continuato il presidente della Fnomceo – per queste malattie, oggi il vaccino contro il Covid19 ci permetterà di tutelare la vita e la salute di tutti e di uscire finalmente dall’incubo pandemico. Quindi, come medico e cittadino, l’invito che faccio a tutti è di non avere timore, di affidarsi alla scienza e di vaccinarsi”