News


MEDICI E QUOTA CENTO CHIARIMENTI LEGATI ALL'EMERGENZA COVID19

Ai sensi dell’art. 14, c. 3 D.L. 4/2019, la pensione c.d. quota 100 non è cumulabile, dal primogiorno della decorrenza della pensione e fino allamaturazione dei requisiti per l’accesso allapensione di vecchiaia, con i redditi da lavoro dipendente o autonomo, a eccezione di quelli derivantida lavoro autonomo occasionale, nel limite di 5.000 euro lordi annui (cfr. circolare 29.01.2019, n.11, paragrafo 1.2). Per effetto di quanto dispone l’ultimo periodo dell’art. 1, c. 6 D.L. 14/2020, nei confronti del personale medico e di quello infermieristico, già titolare di trattamento pensionistico c.d. quota 100,al quale sono stati conferiti incarichi di lavoro autonomo previsti dall’articolo 1 del medesimo decreto-legge per fare fronte all'emergenza COVID-19, non si applicano le disposizioni in materiadi incumulabilità tra la pensione e il relativo reddito da lavoro autonomo. Ai fini della cumulabilità,il reddito da lavoro autonomo per il quale non opera il divieto di cumulo deve riferirsiesclusivamente all’attività lavorativa di cui all’art. 1, c. 6 D.L. 14/2020, la cui durata non deve essere superiore ai 6 mesi e comunque entro il termine dello stato di emergenza
 La disposizione inmateria di cumulabilità tra pensione e reddito da lavoro autonomo si applica esclusivamente neiconfronti dei titolari di pensione c.d. quota 100,stante lo specifico richiamo effettuato dal citato art.1, c. 6 D.L. 14/2020. Al fine di erogare senza soluzione di continuità il trattamento pensionistico c.d. quota 100, inpresenza di redditi da lavoro autonomo connessi agli incarichi conferiti ai sensi dell’art. 1, c. 6 D.L.14/2020, gli interessati sono tenuti a comunicare alle strutture Inps, competenti territorialmente,attraverso gli indirizzi di posta elettronica istituzionale o di posta elettronica certificata dellemedesime, di avere ripreso l’attività lavorativa in forma autonoma per emergenza COVID-19,indicando la durata del relativo incarico. Al termine dello stato di emergenza sanitaria, gliinteressati dovranno integrare tale comunicazione trasmettendo il Modulo “AP139, compilando, inparticolare, la sezione 4, dedicata alle fattispecie reddituali cumulabili in virtù di espressa deroganormativa, con l’indicazione “Emergenza COVID-19” nel campo relativo all’attività lavorativa,unitamente alla documentazione attestante il conferimento dell’incarico ai sensi della richiamatanormativa, secondo le indicazioni contenute nella circolare n. 117 del 9.08.2019 e le modalità didichiarazione di cui al messaggio n. 54 del 9.01.2020.
Per chiarimenti e/o l’ espletamento degli obblighi gli iscritti sono invitati a rivolgersi al proprioConsulente di fiducia.