Formazione


ECM. OBBLIGO FORMATIVO TRIENNIO 2017-2019

 ECM. OBBLIGO FORMATIVO TRIENNIO 2017-2019

 
La Commissione Nazionale per la Formazione Continua ha deliberato il nuovo obbligo formativo ECM per il triennio 2017-2019. Sono 150 i crediti formativi che i professionisti sanitari devono acquisire fatte salve le decisioni della Commissione in materia di esoneri, esenzioni ed eventuali altre riduzioni. Inoltre i professionisti sanitari che nel precedente triennio (2014-2016) hanno acquisito un numero di crediti compreso tra 121 e 150 hanno diritto alla riduzione di 30 crediti dell'obbligo formativo nel  triennio 2017-2019, e di 15 crediti se hanno acquisito un numero di crediti compreso tra 80 e 120.
Quanti crediti devono essere maturati nel triennio 2017 - 2019?
Nel triennio 2017-2019, vengono confermati dalla CNFC 150 crediti complessivi, ma si abolisce il limite di minimo 25 e massimo 75 crediti l'anno. Ogni professionista potrà liberamente organizzare la distribuzione triennale dei crediti acquisiti. Tale libertà dovrà però muoversi all’interno del dossier formativo stabilito in base agli obiettivi nazionali AGENAS (Agenzia Nazionale per i servizi Sanitari Nazionali). Ogni professionista potrà programmare e riprogrammare il proprio piano formativo triennale tenendo conto delle declinazioni del dossier formativo: 1.individuale; 2.di gruppo; 3.organizzativo.

CIRCOLARE FNOMCEO

DELIBERA CREDITI

DOSSIER FORMATIVO


Ecco alcune indicazioni pratiche per tenere sotto controllo la propria posizione ECM:

  • Se non lo si è già fatto, è necessario che il professionista si registri sul sito www.cogeaps.it che gestisce l'anagrafica dei crediti ECM dei sanitari italiani.
  • Nella fase di registrazione è necessario selezionare che la propria Federazione di appartenenza è la FNOMCeO (Federazione Nazionale Ordini Medici Chirurghi e Odontoiatri).
  • Una volta effettuata la registrazione, è necessario completare i dati della propria anagrafica indicando anche l'attività professionale esercitata e la disciplina. Ciò serve a COGEAPS per calcolare l'esatto debito formativo cui il professionista è tenuto.
  • Il professionista troverà l'elenco degli eventi ECM a cui ha partecipato ed i crediti che ha accumulato. E' importante ricordare che chi organizza gli eventi ha 90 giorni di tempo per mandare i dati al COGEAPS. Questo significa che è normale una latenza di almeno tre mesi nell'aggiornamento dei dati. Addirittura i corsi ECM online (FAD) hanno un ritardo nella registrazione ancora maggiore perché l'organizzatore manda i dati al COGEAPS solo alla chiusura dell'evento online.
  • In conseguenza di quanto sopra, se ad esempio il professionista frequenta dei corsi ECM nel mese di dicembre 2016 li vedrà comparire nella propria scheda COGEAPS non prima del mese di aprile 2017.
  • E' comunque consigliato a tutti i professionisti di conservare gli attestati al termine di ogni evento formativo frequentato. Perchè se per qualche disguido il COGEAPS non riceve i dati da parte dell'organizzatore dell'evento, il professionista potrà comunque chiederne la registrazione esibendo l'attestato posseduto.
  • Per qualunque informazione sulla propria posizione ECM risultante dall'anagrafica, il professionista può rivolgersi all’Ordine provinciale.